Suicida in azienda a 51 anni. "Era stressato perché lavorava troppo"

Si è tolto la vita impiccandosi a un pilastro del magazzino dell’azienda in cui lavorava. È morto così un uomo di 51 anni, operaio di una ditta nel torinese. A trovarlo sono stati i colleghi, che non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso e avvisare i carabinieri, che stanno cercando di ricostruire i motivi della tragedia. L’uomo non ha lasciato nessun biglietto per spiegare il gesto, ma all’origine potrebbero esserci questioni lavorative. Da anni dipendente dell’azienda, di cui era una sorta di capo magazziniere, di recente si era lamentato con alcuni dipendenti dell’eccessiva mole di lavoro. Aveva raccontato, secondo quanto riferito ai militari dell’Arma, di non riuscire più a stare dietro a tutte le mansioni richieste.