Stelle al Merito del Lavoro, anche un giuglianese tra i premiati dal Presidente Mattarella

Mercoledì 1° maggio alle 11 presso la Sala Newton a Città della Scienza  si terrà la cerimonia della consegna delle Stelle al Merito del Lavoro conferite dal Presidente della Repubblica a 71 nuovi Maestri del Lavoro  campani. Il riconoscimento è attribuito alle lavoratrici e ai lavoratori che si sono particolarmente distinti nello svolgimento della propria attività nei vari settori produttivi.

Tra i premiati c’è anche un giuglianese, si tratta di Paolo de LUCIA della Leonardo S.p.A.

Il Gruppo Leonardo è molto forte, sempre in Campania, anche nei settori dell’elettronica, della difesa e dei sistemi di sicurezza.

Ci sono tre siti: Bacoli (circa 340 dipendenti), Giugliano (circa 370) e Pozzuoli (circa 80).

A Bacoli (Napoli) si lavora all’industrializzazione e alla produzione di sistemi radar navali, a quelli per il controllo del traffico aereo e terrestri, alla produzione di parti elettromeccaniche e elettroniche, agli assemblaggi finali ed ai collaudi, alla progettazione di software, alla sistemistica radar e all’integrazione e test a livello di sistema.

E’ una realtà industriale che fa parte del territorio da una settantina d’anni. E’ un grande Centro d’eccellenza che evidenzia come il made in Campania sia importante per lo sviluppo economico e sociale non solo della regione ma dell’intero Paese.

Nel sito di Giugliano si fornisce supporto logistico, assistenza post vendita e training ai clienti. Vi è ospitato il centro per le riparazioni e la produzione di assiemi di microelettronica e di circuiti stampati per i sistemi radar.

A Giugliano si progettano e si sviluppano soluzioni software ed hardware innovative per i sistemi navali, terrestri e per il controllo del traffico aereo.

Ci sono numerosi laboratori innovativi, tra cui il Virtual Lab che serve per testare le soluzioni di supporto logistico basate sulla realtà virtuale.

Il sito di Giugliano, insomma, è una realtà industriale di eccellenza nei settori della microelettronica e del customer support.

Infine, nel piccolo stabilimento di Pozzuoli (Napoli) si può dire che è racchiusa da oltre dieci anni un forte percorso formativo che coinvolge Università e Centri di ricerca campani e meridionali. Vengono fatti progetti di ricerca condivisi per realizzare sistemi da utilizzare in ambito civile ed in altri quali la sismologia, l’optoelettronica, l’imaging e l’archeologia subacquea.