“Sgombero immediato per i rom”, arriva l’annuncio del sindaco di Giugliano

rom giugliano sequestro veicoli

“Sgombero immediato del campo rom situato nella zona di Ponte Riccio e demolizione delle opere abusive costruite”. Questo il contenuto dell’ordinanza firmata dal sindaco Antonio Poziello nei giorni scorsi ed annunciata ieri in Consiglio comunale. Una decisione arrivata un po’ a sorpresa, che ha spiazzato anche l’opposizione che aveva chiesto che il tema venisse messo all’ordine del giorno. Nel provvedimento si legge che in seguito al sopralluogo effettuato lo scorso 2 aprile insieme all’Asl Napoli 2 Nord nel campo situato a ridosso della zona Asi è stata riscontrata: “una situazione di grave pregiudizio sia alla salubrità dei luoghi che all’incolumità pubblica in quanto dai rifiuti ivi depositati si sprigionano forti odori nauseabondi. Si notava, infine, la presenza di insetti (mosche) e roditori soffermarsi su alcuni rifiuti. Tutta l’area in oggetto presentava arbusti, erbacce e rovi possibile ricovero di ratti serpi e insetti vari. Si ribadisce che l’area in oggetto, fiancheggia una strada percorsa da veicoli in velocità considerevole.

Pertanto, rilevata la presenza di accumulo di rifiuti depositati anche lungo il ciglio stradale, si fa presente il rischio notevole dovuto ad un eventuale ed improvviso dilagarsi degli stessi lungo i tratti percorribili della strada. Si precisa inoltre, che all’interno del campo rom, è stata riscontrata la pericolosa presenza di diverse fonti di innesco quali cavi elettrici a servizio delle varie baracche, fornellini bracieri anche a carbone, bombole di gas e stufe a gas”. “Inoltre  – c’ è scritto nel documento – le condizioni igienico-sanitarie e di pulizia generali dell’area sono particolarmente degradate, tanto da poter favorire, soprattutto nella imminente stagione estiva, lo sviluppo di focolai epidemici di malattie infettive. La grave situazione igienico-sanitaria sopracitata potrebbe portare ad una rapida diffusione di eventuali patologie all’interno della comunità dove sono presenti anche numerosi bambini. Situazione già verificatasi in passato. E’ in pericolo anche l’incolumità pubblica di coloro che transitano sulla SP ex SS162 NC. Per questo motivo “risulta necessario provvedere al trasferimento delle persone attualmente che la occupano”.