Sant’Antimo. L’opposizione attacca Russo: “Assessori svuotati delle deleghe”

Dopo la nomina da parte del Sindaco Aurelio Russo dei due nuovi assessori Nicola Marzocchella e Michele Pedata, i consiglieri di opposizione di centrodestra del Comune di Sant’Antimo Annarita Borzacchiello, Vito Cesaro, Corrado Chiariello e Innocenzo Treviglio passano all’attacco criticando le scelte del primo cittadino sull’ennesimo rimpasto di giunta:“Nulla quaestio sull’impegno e la professionalità del neo assessore Pedata ma è evidente che i continui avvicendamenti degli assessori a Sant’Antimo sono serviti al sindaco Russo solo per spezzettare le deleghe e svuotarne alcune per poter gestire direttamente le materie chiave o, a quanto pare attraverso il figlio visto che oramai imperversa tra uffici comunali, enti d’ambito e ora a quanto sappiamo anche sui tavoli della Città Metropolitana, interloquendo in nome e per conto dell’amministrazione santantimese”, queste le parole pronunciate da  Annarita Borzacchiello, Vito Cesaro, Corrado Chiariello e Innocenzo Treviglio. Infine i consiglieri concludono dicendo: “Anche con queste ultime nomine, che al pari di tante altre effettuate anche all’interno della macchina amministrativa e che sono a mio avviso palesemente illegittime – avvertono – prosegue la politica clientelare e familistica di un sindaco che a giorni, con la discussione del bilancio, sbugiarderemo certificando il dissesto a cui ha condotto l’ente”.