Ricco 21enne violenta una minorenne e viene assolto: "Non l'ha fatto per il piacere sessuale"

Polemica e indignazione alle stelle per l’assoluzione, abbastanza sconcertante, di un giovane rampollo di una ricca famiglia di imprenditori e politici messicani. Il 21enne Diego Cruz, infatti, è stato assolto dall’accusa di stupro ai danni di una minorenne; la motivazione del tribunale ha lasciato senza parole la famiglia della vittima e gran parte dell’opinione pubblica del paese. Diego Cruz, noto per essere figlio di un importante esponente politico, aveva infatti costretto una 17enne ad un rapporto sessuale contro la sua volontà. Una volta scattate le indagini, riporta il Mirror, il giovane era fuggito in Spagna, ma la giustizia messicana ne aveva chiesto e ottenuto l’estradizione e questo ha permesso di processarlo.
 
In tribunale, però, Diego Cruz è stato assolto. Queste le motivazioni del giudice: «Anche se ha toccato e penetrato la ragazza contro la sua volontà, non lo ha fatto per cercare soddisfazione sessuale. Non si è trattato di un vero e proprio rapporto sessuale non voluto dalla ragazza, ma di carezze e ‘petting’». La famiglia della vittima è rimasta indignata dalla sentenza. Il padre della ragazza ha espresso parole fortemente critiche: «Il Messico è un paese dove, se sei ricco, puoi stuprare senza essere punito».