Renzi a Napoli, blitz al Rione Sanità: "Questa città è lo specchio d'Italia"

– “Ho ripreso il trolley dopo qualche settimana di congresso e sono tornato a girare da solo nel profondo del Paese. Ho trascorso qualche ora bellissima a Napoli nel cuore del quartiere Sanità con Padre Antonio Loffredo, che avevo conosciuto mesi fa in prefettura, e i suoi ragazzi, protagonisti del riscatto culturale e civile di questo territorio. Le Catacombe di San Gennaro passate da ottomila a ottantamila visitatori sono solo la punta dell’iceberg di un appassionate lavoro educativo. C’è molto di più. C’è l’idea che l’identità culturale sia la chiave del riscatto economico e sociale non solo del Mezzogiorno”. Così Matteo Renzi su fb.
“Questo è il messaggio che l’Italia deve dare all’Europa, in questa fase storica – afferma l’ex Premier – Altro che piccole discussioni della politica nazionale: qui si respira a pieni polmoni la speranza. E la lotta contro la rassegnazione.
Possiamo e dobbiamo fare di più: andiamo avanti, insieme”.
Napoli, come l’Italia, deve ripartire dai giovani: lo ha ribadito il segretario del Pd, Matteo Renzi, che oggi, a Napoli, si è recato in visita nelle catacombe di San Gennaro, nel Rione Sanità, caratteristico sito storico della città che ha definito “una realtà meravigliosa”.
Il Paese e il capoluogo partenopeo hanno l’esigenza di “ripartire a tutti i costi”, dice in un video l’ex presidente del Consiglio che poi, parlando delle catacombe, ha voluto sottolineare il ruolo ricoperto dai giovani del quartiere: “si sono messi insieme – ha evidenziato Renzi – si sono tirati su le maniche” per restituire a Napoli e ai turisti “pezzi di città e di identità”.
Una “storia che parte dal basso – ha aggiunto – per restituire pezzi di bellezza”. “É la cosa più bella che si possa immaginare”, ha concluso il segretario del Pd, “e ho l’impressione che si tratti solo dell’inizio”.