Pompei, scavi gratis ma non per tutti: l’8 maggio cancelli chiusi al raggiungimento dei 15mila ingressi

Stop all’ingresso illimitato di turisti negli scavi archeologici di Pompei in occasione della giornata gratuita prevista per il prossimo 8 maggio, in concomitanza con la Supplica alla Madonna del Rosario, Santa patrona della città. In vista dell’arrivo di tante persone in città tra turisti e fedeli, la Direzione del Parco archeologico di Pompei informa che, in coincidenza con la celebrazione religiosa, al fine di evitare un eccessivo sovraffollamento degli scavi di Pompei, si riserverà di chiudere l’accesso al sito, al raggiungimento dei 15mila ingressi entro le ore 12 e di riaprire dopo circa due ore, per consentire un adeguato deflusso dei visitatori presenti all’interno dell’area archeologica.

La Direzione invita inoltre a usufruire degli accessi di piazza Esedra e Porta Marina e ad evitare l’ingresso da piazza Anfiteatro che potrebbe essere particolarmente congestionato per la contestuale presenza dei pellegrini al Santuario, in occasione della giornata di supplica, e sconsiglia infine l’utilizzo dell’auto per raggiungere il Parco archeologico, invitando a utilizzare i mezzi pubblici, in particolare la circumvesuviana Linea Napoli-Sorrento, con fermata a Pompei Villa dei Misteri.