Pianifica e porta a termine l’omicidio del marito con l’amante: condannata a 25 anni

Una donna di 55 anni di nazionalità polacca è stata condannata a 25 anni di carcere, riconosciuta colpevole di aver pianificato e portato a termine l’omicidio del marito assieme all’amante. Colpo di scena nel caso della morte dell’uomo, avvenuta nel maggio del 2012 a Pago Valle Lauro, comune in provincia di Avellino. La donna infatti era stata riconosciuta innocente in primo grado, sentenza ribaltata oggi in appello, mentre l’amante era già stato riconosciuto colpevole con una condanna a 22 anni.
Secondo la versione che aveva dato all’epoca dei fatti, il marito ubriaco sarebbe morto dopo un ruzzolone giù per le scale della loro abitazione. Ulteriori accertamenti sul corpo della vittima avrebbero convinto i giudici della colpevolezza della moglie e del suo amante, che avrebbero invece aggredito con determinazione e premeditazione l’uomo fino ad ucciderlo.