Padre senza pietà. Scuote il figlio perché piange troppo, gli frattura 28 ossa e lo uccide

Ha scosso il figlio in modo talmente forte da ucciderlo. Lee Vernon, 21enne, è stato accusato di omicidio colposo per aver ammazzato il piccolo McKenzie Ellis. Il bambino ha riportato la frattura di 28 ossa oltre ad un’emorragia cerebrale, risultata fatale dopo che il padre l’ha scosso poiché stanco di sentirlo piangere.

I fatti sono avvenuti nella loro casa a Broadstairs, nel Kent. McKenzie aveva 47 giorni di vita quando è stato trasportato in ospedale agonizzante. I medici hanno tentato di salvargli la vita, ma le feriti erano troppo gravi.

Stando a quanto riportato dalla stampa locale, l’uomo ha inizialmente negato di aver ucciso il figlio, per poi confessare con l’andare del tempo. Il prossimo 29 novembre Vernon avrà la sentenza definitiva.