ORRORE IN CITTA'. Fa surf con gli amici, 17enne viene sbranata da uno squalo e muore davanti agli occhi della madre

Orrore su una popolare spiaggia australiana dove una ragazza di diciassette anni, Laeticia Brown, Teesh per gli amici, è morta in seguito alle gravi ferite riportate dopo l’attacco di uno squalo. La tragedia è accaduta vicino Esperance in Western Australia, 700 km a sud di Perth.
La surfista è stata attaccata da un grande squalo. Portata a riva dal padre che era in acqua con lei, è stata subito soccorsa dai paramedici e ricoverata in condizioni critiche in ospedale, dove è morta poco dopo.
Il sergente di polizia Ben Jeffes ha elogiato gli sforzi dei soccorritori. «Le circostanze dell’attacco erano orribili, ma i volontari e i servizi di emergenza sono stati veloci a rispondere. Purtroppo nonostante i loro migliori sforzi, la ragazza è venuta a mancare ieri sera», ha detto alla radio nazionale Abc.
La spiaggia di Wylie Bay è stata chiusa e le acque sono pattugliate alla ricerca dello squalo.
Due persone sono state uccise da squali in Western Australia lo scorso anno e nel 2014 presso la stessa spiaggia Di Kylie Bay un surfista è sopravvissuto all’attacco di due grandi squali bianchi ma ha perso parte delle due braccia.