Non rinnova l’abbonamento, 90enne multata e cacciata dal bus: “Mi hanno fatto piangere”

Immagine di repertorio

Non aveva rinnovato l’abbonamento ed era a bordo senza titolo di viaggio: è stata multata e fatta scendere dall’autobus da un controllore donna un po’ troppo solerte. Tutto normale, direte voi, se non fosse che la protagonista della vicenda è un’anziana di 90 anni, che aveva semplicemente dimenticato di rinnovare: le è costato una multa di 40 euro e una umiliazione davanti a tutti.

Ne parla oggi il quotidiano Il Tirreno: è successo a Carrara, e la signora Maria Graziani è stata beccata dal controllore senza biglietto e con l’abbonamento scaduto. «Mi ha fatto piangere – ha detto la signora – per fortuna sono intervenuti alcuni ragazzi». «Mia mamma utilizza sempre l’autobus – le parole della figlia Laura – è vero aveva dimenticato di rinnovarlo, ma a 90 anni una sbadataggine può capitare».

Alcuni ragazzi sono intervenuti cercando di convincere la controllora a lasciar correre, offrendole anche un biglietto: ma non c’è stato niente da fare. «La controllora con modi burberi e accusatori le ha intimato di scendere – continua la figlia – precisando che sarebbe scesa anche lei per farle la multa. Credo sia vergognoso questo atteggiamento nei confronti di qualsiasi anziano».