Mister felicità il successo di Saini fa ridere per un’ora e mezza tutta Italia

Uscito il 1 gennaio, Mister Felicità è il terzo film del regista attore napoletano Alessandro Siani e ha battuto tutti i record al botteghino italiano, come ormai non riescono più a fare i cosiddetti cinepanettoni. La commedia di Siani infatti, tenera e senza tracce di volgarità o di malignità, è tutta un’altra cosa! Alcuni critici non hanno apprezzato i lanci di torte e altre gag che sembrano uscite dalle comiche del cinema muto. Eppure è proprio l’assurdità quasi surrealista di certe situazioni e la banalità estrema delle battute, impregnate dalla filosofia popolare napoletana di un disarmante buon senso fatalista (la presa in giro di una banda di camorristi è geniale), che rendono questo film irresistibile.
Martino (Siani) è un giovane fannullone che vive in Svizzera sulle spalle della sorella Caterina (Cristiana Dell’Anna). Per un intreccio di circostanze, Martino prende il posto del dottor Gioia (Diego Abatantuono), un mental coach di grande successo e tenta di curare, a modo suo, Arianna (Elena Cuci), una campionessa di pattinaggio traumatizzata da una caduta e da una madre insopportabilmente ambiziosa (Carla Signoris). In questi tempi difficili un’ora e mezzo di felicità, con tante risate e un lieto fine, è un bellissimo regalo.