La sempre maggiore diffusione delle micropolizze

Il continuo mutamento delle esigenze dei consumatori e delle relative esigenze di copertura assicurativa ha notevolmente influenzato le tipologie di proposte offerte dalle compagnie assicurative che si propongono di tutelare al meglio la propria clientela. Nell’attuale epoca sempre più digitalizzata si assiste ad un continuo perfezionamento delle modalità operative allo scopo di offrire un’ottimale customer experience; molte assicurazioni si stanno impegnando nella realizzazione di un sistema digitale integrato, in grado di mettere in contatto le compagnie con i clienti mediante un efficiente flusso di informazioni. A questo scopo vengono incentivati numerosi supporti personalizzati ed istantanei in ambito assicurativo; da tale contesto è nata la collaborazione tra alcune assicurazioni tradizionali e start-up InsurTech.

Si sta assistendo ad un fenomeno di progressiva diffusione di micropolizze collegate all’instant insurance che, mediante piattaforme digitali, propongono coperture di brevissima durata, mirate alle specifiche esigenze del committente nel preciso momento della stipula del contratto.
Si tratta di soluzioni temporanee offerte a prezzi estremamente contenuti e che possono venire vendute anche tramite smartphone.

Dapprima tali micropolizze erano soprattutto relative ai viaggi (assistenza-bagaglio, ritardo voli ecc.) o anche agli infortuni per attività sportive dilettantistiche (sci di una sola giornata).
Attualmente si stanno diffondendo altre tipologie di micropolizze, tra cui:
– servizi assicurativi per elettrodomestici o dispositivi elettronici, con assistenza telefonica personalizzata ed invio di personale tecnico professionista; in questo caso il cliente deve registrarsi on-line sul sito dell’intermediario assicurativo, inserendo tutte le informazioni utili;
– copertura assicurativa relativa a tablet e smartphone che assicura assistenza telefonica oppure ritiro a domicilio del prodotto difettato e conseguente riparazione del guasto, con sostituzione oppure eventuale rimborso del prodotto in caso di danni irreparabili;
– assistenza di tipo parametrico relativa a viaggi aerei che assicura in caso di ritardi del volo, avvalendosi della tecnologia blockchain che garantisce l’inviolabilità dei dati. La micropolizza è valida unicamente per la tratta indicata sul contratto assicurativo, e l’indennizzo si verifica in maniera automatica nel momento in cui il sistema rileva il ritardo del volo indipendentemente dalla causa (guasto del velivolo oppure condizioni metereologiche);
– copertura di tipo sharing mobility, inerente alla mobilità relativa a mezzi di trasporto (bicicletta, automobile, moto, metropolitana), che rappresenta a seconda dei casi la soluzione più idonea ai differenti mezzi di trasporto, soprattutto per i giovani, che sono soliti guidare in maniera piuttosto spericolata;
– micropolizze in caso di car rental/sharing, finalizzata alla tutela sia del proprietario dell’automobile che del conducente, per ogni veicolo oggetto di condivisione e per una durata che non superi i 28 giorni. Si tratta di una polizza integrativa rispetto a quella già esistente sul veicolo, e che quindi aumenta le garanzie di sicurezza.
Per quanto riguarda il settore RC auto, le più attuali tendenze riguardano le tariffe cosiddette comportamentali, in cui il premio è calcolato in base alla valutazione dello stile di vita pregresso del conducente, che tiene conto di numerosi valori e vincoli che i medesimi sono tenuti a rispettare, in particolare:
– numero di km percorsi ad una velocità maggiore rispetto a quella consentita dal codice stradale;
– percentuale di accelerazioni e decelerazioni relative ai tipi di strada urbana o extraurbana;
– modalità con cui vengono affrontate le curve;
– tipo di andatura;
– capacità di prevedere i rischi ed i pericoli in caso di curve, incroci o lunghi rettilinei.

Da questi parametri si deduce come assumono sempre più valore i fattori inerenti allo stile di guida dei conducenti. Un altro ambito in cui si stanno diffondendo le micropolizze è quello che riguarda la manifattura con particolare riguardo alle coperture assicurative per le imprese di produzione, lavorazione e manutenzione del settore tessile, alimentare, chimico e metallurgico.
Tali coperture assicurative interessano incendio, furto o rapina, responsabilità civile, tutela legale ed assistenza generalizzata.

Nel settore agricolo, si stanno diffondendo coperture assicurative finalizzate alla protezione dei danni prodotti da fenomeni climatici avversi, in grado di compromettere le colture agricole assicurate. In base ad app tecnologiche molto perfezionate, gli agricoltori sono in grado di monitorare l’andamento della coltivazione effettuando analisi sullo stato di salute delle piante, oltre che sulle previsioni meteorologiche relative alla coltura associata.

In ambito di cybersicurezza, la copertura assicurativa riguarda la responsabilità civile inerente alla diffusione dei dati personali ed alla loro trasmissione e pubblicazione, anche riguardante informazioni lesive della propria privacy, conseguente ad eventuali incidenti informatici.
Per quanto riguarda la tipologia modulare, le coperture assicurative riguardano:
– famiglia, con responsabilità civile, tutela legale, rapina e scippo (spesso la tutela legale è inclusa nelle polizze capofamiglia);
– salute, con infortuni e danno estetico;
– beni, come abitazione, protezione da incendio, fenomeni elettrici, allagamenti e furto.

Per maggiori informazioni proprio sul mondo delle polizze casa vi rimandiamo a questa pagina dov’è possibile consultare la lista delle migliori attualmente sul mercato.