«Può spostare la bici?» Posto per disabili occupato, picchiato sulla sedia a rotelle davanti alla moglie

Tutto si poteva aspettare, ma non di essere aggredito sotto gli occhi della moglie sulla sedia a rotella. Un disabile di 42 anni, infatti, è stato picchiato da un 42enne straniero. Il motivo? La vittima aveva chiesto di spostare la bicicletta che si trovava nel posto per i disabili, a Pineto. Quindi, in pratica, non aveva chiesto altro che rispettare un suo diritto.

La risposta dell’uomo – slovacco – è stata delle più assurde e feroci. Prima ha tolto la catena antifurto dalla sua bici, poi brandendola come se fosse una frusta, ha sferrato una serie di colpi contro il 42enne fino a farlo quasi sanguinare. Soltanto le urla dell’uomo hanno permesso che la moglie lo sentisse. Quest’ultima, arrivati in suo soccorso, non è però riuscita a fermare l’ira dell’aggressore, che è stato bloccato soltanto dall’arrivo dei carabinieri.

I militari, a seguito di una perquisizione, hanno rinvenuto nello zaino dell’autore del folle gesto un coltello a serramanico non a norme, oltre a due carte bancomat rubate a due donne di Tolentino nello scorso giugno. Stando a quanto riferito da Il Centro, lo straniero è stato arrestato con l’accusa di lesioni personali aggravate, violenza privata, minaccia, ricettazione e porto abusivo di coltello.

La vittima è stata portata in ospedale per le numerose ferite, insieme alla moglie che ha richiesto intervento medico a causa del forte choc.