Sant’Antimo. Domani l’apertura ufficiale della ‘Città dello Sport’: «Una risorsa per il territorio»

A pochi giorni dell’apertura ufficiale della Città dello Sport, che avverrà sabato 1 Giugno e dall’avvenuta consegna delle chiavi del Palazzetto all’A.D. Pallacanestro Partenope, neo promossa in serie B, i Consiglieri di opposizione di centro-destra non fanno mancare il rituale comunicato ad effetto, ma privo di fondamento.

Non solo le consuete illazioni. All’incuria, all’abbandono, ai danni patrimoniali, stavolta aggiungono un doloso rallentamento nella riapertura dell’impianto, nell’attesa che si creino condizioni “favorevoli” per una certa “gestione politica” della struttura, che dicono di ben conoscere (?).

Dichiarazioni gravi ed al tempo stesso deliranti che si infrangono contro una verità che ai santantimesi abbiamo avuto il coraggio di raccontare. Quella della “vecchia gestione”, per intenderci: ratei di muto e canoni di locazione mai versarti (il danno) e nessuna agevolazione per i cittadini (la beffa).

La Città dello Sport riaprirà tra qualche giorno e tutti potranno constatare (anche i Consiglieri di opposizione) che nessuna negligenza v’è stata in questi mesi, nei quali, non senza difficoltà, abbiamo lavorato per restituire alla Città un bene ed un servizio.

Il nostro ringraziamento va a chi ci ha aiutato a proteggere quella che consideriamo una risorsa per il territorio: Polizia Locale, Carabinieri ed Associazioni di Protezione Civile, che, in particolare, si sono occupate della vigilanza all’interno della struttura, costituendo un valido supporto anche per le Forze dell’ordine, alle quali, tempestivamente, hanno segnalato ogni tentativo di illecita intrusione.

“RIPARTIAMO…SANT’ANTIMO CITTA’ DELLO SPORT” sia, dunque, la campagna di tutti, per il recupero dei nostri diritti di cittadini santantimesi.