Casoria. Scuole, strade e verde pubblico. Il sindaco Fuccio annuncia nuovi interventi

Il Settore Lavori pubblici del Comune di Casoria ha bandito tre nuove gare per altrettanti interventi che riguardano l’edilizia scolastica, la riqualificazione delle vie del centro e il verde pubblico attrezzato. Si tratta dell’affidamento in appalto dei lavori di manutenzione ordinaria della scuola “Mauro Mitilini” di via Brodolini, dell’ammodernamento di via Marconi (nel tratto compreso tra via Principe di Piemonte e via Pio XII) e delle opere di sistemazione a verde e messa a dimora di alberi finalizzate a rendere immediatamente fruibile il parco di via Michelangelo. Tutti gli interventi sono visibili sul portale degli acquisti della Pubblica Amministrazione MEPA.
“Proseguono gli interventi per migliorare la qualità della vita nella nostra città – commenta il sindaco di Casoria, Pasquale Fuccio -, stiamo accelerando il più possibile sul fronte della scuola, dell’arredo e della viabilità urbana, della fruibilità del verde pubblico. L’obiettivo è attivare procedure sempre più snelle e trasparenti per garantire alla cittadinanza gli standard di vivibilità che merita”.
Per quanto riguarda l’istituto di via Brodolini, l’intervento – il cui importo complessivo è di circa 157mila euro – interesserà soprattutto i servizi igienici del plesso ed opere urgenti per la messa in sicurezza dell’edificio scolastico, tra cui la spicconatura dell’intonaco delle facciate, il rifacimento dell’impianto idrico di carico e di scarico, la fornitura e posa in opera di pavimenti, rivestimenti, sanitari e rubinetterie, insieme alla sostituzione degli infissi.
Per la riqualificazione di via Marconi, invece, l’ammontare dell’appalto a base d’asta è di circa 180mila euro. Il tratto interessato è quello che va da via Principe di Piemonte a via Pio XII e i lavori riguarderanno l’arredo urbano, i marciapiedi e l’illuminazione di una delle arterie centrali della città.
Diversi gli interventi invece da porre in essere nell’area di 30mila metri quadrati di via Michelangelo, quotati complessivamente circa 51mila euro, che riguardano più tipologie di opere, tra cui il decespugliamento e la potatura degli alberi preesistenti, la preparazione del terreno ad aratura e taglio del tappeto erboso, la realizzazione di aree di drenaggio, la messa a dimora di alberi, il ripristino dei pilastri adiacenti l’ingresso al parco, il rifacimento della copertura dell’edificio di ingresso, gli interventi di predisposizione dell’edificio centrale ed il trasporto a discarica dei rifiuti presenti sull’area.
“Sul parco di via Michelangelo per quest’Amministrazione si gioca una sfida importante – conclude il sindaco Fuccio –, si tratta di un’area abbandonata per anni, di proprietà del Comune, che abbiamo già riaperto con una serie di iniziative, anche internazionali, ma che contiamo di restituire definitivamente alla città in tempi brevissimi. È un processo avviato, sono le prime opere ma ci saranno nuovi interventi nel 2017. Non si tratta del classico bando ma di un percorso da farsi con la cittadinanza con un lavoro paziente e condiviso”.