Sgombero campo rom a Giugliano, la proposta del consigliere M5S Palma

Non si placano le polemiche sulla questione rom a Giugliano. Venerdì scorso oltre 400 persone sono state allontanate dal campo nomadi in attesa di una collocazione ad oggi ancora incerta. Sull’argomento è intervenuto nuovamente il consigliere giuglianese del M5S Nicola Palma, il quale ha proposta una nuova sistemazione per i 400 rom sgomberati.

La proposta di Nicola Palma

Dopo aver commentato la decisione del sindaco di sgomberare il campo nomadi, il consigliere -come si può leggere sulla sua pagina social- ha proposto una nuova sistemazione dove possano alloggiare i rom: «Sono 40 anni che non troviamo una soluzione e questa che sto proponendo non è definitiva. È una soluzione, provvisoria, che sta bene anche ai rappresentanti dei Rom con i quali mi interfaccio.

Visto che ad oggi sono stati “accompagnati” in una campagna di un privato a poche centinaia di metri dal sito dove si trovavano, a questo punto c’è una controproposta. I rom sono disposti a spostarsi a Villa Literno, sulla strada provinciale 131, presso dei locali abbandonati della Regione (SMA Campania). I locali non sono granché, ma la proposta mi è arrivata stesso da loro. Non occuperebbero suoli privati e avrebbero a disposizione uno spazio dove poter stare.

Mi rendo conto della difficoltà di parlare e affrontare l’argomento dei rom, ma spero apprezziate almeno il fatto che IO sto provando a dialogare con loro e a cercare una soluzione. Senza nascondermi e senza fomentare odio.

Consapevole del fatto che siano tutte occupazioni abusive, come sono consapevoli tutte le istituzioni che stanno accompagnando i rom in giro per le campagne giuglianesi. Spero che l’amministrazione sposi la mia proposta, di concerto con l’amministrazione di Villa Literno e con la Regione».