Attacco terroristico: bombe sui treni della metropolitana, almeno 10 morti e 50 feriti

Due esplosioni sono avvenute nella linea blu della metropolitana di San Pietroburgo. Almeno 10 i morti e una cinquantina i feriti, tra i quali anche bambini. Gli scoppi si sarebbero verificati all’interno dei vagoni. A causare le esplosioni sono stati degli ordigni artigianali con circa 200-300 grammi di tritolo: lo sostiene l’agenzia Interfax citando proprie fonti. Le stazioni della metropolitana coinvolte sono quelle di Sennaya Ploshad e Teknologhiceskij Institut. Un’esplosione ci sarebbe stata nel tunnel tra le due stazioni, e per questo il fumo ha avvolto entrambe le stazioni.
Secondo l’agenzia Fontanka, una delle due esplosioni è avvenuta su un vagone centrale del treno che arrivava a Teknologhiceskij Institut da Sennaya Ploshad. Intanto sono state chiuse tutte le linee di metropolitana della città.
Su alcune foto pubblicate sui social media si vedono dei vagoni della metro sventrati e corpi sulle banchine. Sette fermate sono state chiuse e sono in corso le operazioni di evacuazione.
La stazione di Sennaya Ploshad è una stazione di scambio in cui si incrociano tre linee di metro: la 5, la 2 e la 4.
La sicurezza della metropolitana di Mosca è stata «rafforzata», così come quella dell’aeroporto di Vnukovo. «le autorità della metro di Mosca sono pronte a fornire assistenza ai colleghi di San Pietroburgo, se necessario»